Come fare se in bolletta elettrica arriva il canone RAI non dovuto

Il pagamento del Canone RAI in bolletta è una grossa rivoluzione e comporta grandi problemi tecnici ed aministrativi .

Si è dovuto passare da una base dati basata sul nucleo familiare anagrafico alla base dati degli intestatari di contratto di energia elettrica residenziale, senza però perdere i dati relativi al nucleo familiare .

Infatti prima l’intestatario del Canone RAI era il cosiddetto capofamiglia anagrafico (poniamo il padre), adesso è l’intestatario della bolletta elettrica (poniamo la madre) . L’agenzia delle Entrate deve però considerare che se il padre ha un’altra utenza elettrica (seconda casa) non deve pagare il canone, così come il figlio convivente che però ha una casa in affitto nella città universitaria .

Insomma la gestione per questo passaggio di intestazione del canone RAI è molto difficoltosa e con le bollette che stanno arrivando emerge qualche errore, non così tanti come pensavo comunque .

Cosa fare se nella propria bolletta elettrica è addebitato il canone RAI non dovuto ?

Nel caso in cui per una situazione come quella indicata sopra, o per tante altre legittime esenzioni dal canone che non sono state considerate (bolletta elettrica del portone condominiale o di un locale tecnico a servizio dell’abitazione)  si deve scorporare il canone dalla bolletta ricevuta e pagare solo l’importo dovuto per l’energia elettrica .

Lo spiega la stessa Agenzia delle Entrate nella sua nuovissima ed interessante pagina Facebook .

Nel caso in cui il canone RAI non sia dovuto puoi effettuare il pagamento della sola quota energia: il pagamento parziale della fattura va effettuato secondo le modalità definite dalla tua impresa elettrica per i pagamenti parziali, indicando nella causale di versamento cosa intendi pagare. In mancanza di tale indicazione la somma versata è comunque attribuita prioritariamente alla fornitura elettrica.

La cosa migliore quindi è contattare il proprio fornitore di energia elettrica e spiegare la situazione chiedendo le modalità per pagare solo quanto dovuto . Probabilmente il conto corrente postale su cui effettuare il pagamento è diverso da quello che avete ricevuto a casa o vi daranno la possibilità di saldare online la cifra dovuta.

L’Agenzia delle Entrate effettuerà successivamente riscontri sulle singole posizioni.

Naturalmente stiamo parlando di casi in cui il canone RAI è realmente e legalmente non dovuto .  Se provate ad evaderlo con questo sistema riceverete probabilmente una bella lettera raccomandata dall’ AdE .

Avrei preferito ci fosse un canale per comunicare all’Agenzia lo scorporo del canone RAI con le motivazioni, in modo da avere in mano documentazione circa la nostra posizione .  L’Agenzia delle Entrate non menziona tutto ciò.




E se ho già pagato il canone RAI non dovuto?

Il contribuente ha spesso l’errata convinzione che con la pubblica amministrazione non si può parlare e crede al vecchio assunto “prima paga e poi chiedi il rimoborso”.  Non è vero, non è quasi mai così, a meno che i tempi per parlare con l’esattore comportino il termine di scadenza del pagamento .

Nel caso in cui si sia già pagata la bolletta elettrica intera, comprensiva del Canone RAI non dovuto si tenga presente che quando arrivato ora è il 70% del dovuto . Nelle prossime bollette elettriche se ancora presente il canone RAI non pagatelo.

Per quanto già pagato ovviamente bisognerà chiedere rimborso, anche se al momento non ci sono indicazioni della modalità da utilizzare.

Se invece hai già effettuato il pagamento della fattura, puoi richiedere il rimborso del canone tv con le modalità che saranno previste da un apposito provvedimento del Direttore dell’Agenzia che sarà emanato nei prossimi giorni.

Come fare se in bolletta elettrica arriva il canone RAI non dovuto ultima modifica: 2016-07-27T10:13:25+02:00 da admin-Salvatore

Aggiungi la tua opinione, lascia un commento

I dati inseriti saranno trattati esclusivamente per la pubblicazione del tuo commento. Leggi la pagina della privacy policy per sapere come proteggiamo i dati che inserisci per commentare. I commenti sono protetti da spam da Akismet. Leggi la privacy policy di Akismet per sapere come trattano i tuoi dati.