App Immuni e privacy

Non credo che ci sia bisogno di dilungarsi su cosa sia l’app Immuni creata per aiutarci a combattere le epidemie, non solo il Covid-19: Immuni è l’app di notifiche di esposizione del governo italiano, sviluppata dal Commissario Straordinario per l’Emergenza COVID-19 in collaborazione con il Ministero della Salute e il Ministero per l’Innovazione Tecnologica e la Digitalizzazione.

Ancor prima di poter discutere della sua reale utilità ed efficacia sono montate le polemiche che hanno un po’ frenato l’uso di questa app da parte dei cittadini italiani per la paura che potesse esserci una notevole invasione della propria privacy.

Tutti i dubbi legati alla gestione della privacy di Immuni sono infondati, molte volte le polemiche sono strumentali ed in cattiva fede (vero Onorevole Salvini?) e se proprio non ti fidi del parere degli esperti, puoi dare un’occhiata al codice sorgente dell’ app, visto che è stato rilasciato in chiaro. Qualunque tecnico informatico può verificare cosa fa il programma e questo mi sembra un buon punto di trasparenza.

Cosa fa Immuni

L’app si propone di avvertire gli utenti potenzialmente contagiati il prima possibile, anche quando sono asintomatici.

Questi utenti possono poi isolarsi per evitare di contagiare altri. Questo minimizza la diffusione del virus e, allo stesso tempo, velocizza il ritorno a una vita normale per la maggior parte della popolazione.

Venendo informati tempestivamente, gli utenti possono anche contattare il proprio medico di medicina generale prima e ridurre così il rischio di complicanze.

Immuni e la privacy

L’app non sa dove sei o dove sei stato

Il sistema è basato sulla tecnologia Bluetooth Low Energy e non utilizza dati di geolocalizzazione di alcun genere, inclusi quelli del GPS.

L’app non sa chi sei

L’app non raccoglie e non è in grado di ottenere alcun dato identificativo dell’utente, quali nome, cognome, data di nascita, indirizzo, numero di telefono o indirizzo email. Immuni riesce quindi a determinare che un contatto fra due utenti è avvenuto, ma non chi siano effettivamente i due utenti o dove si siano incontrati. Immuni non è in grado di sapere dove vai o chi incontri.

immuni privacy

Come fa Immuni a identificarti se è anonima

Come fa Immuni a identificarti se devi essere avvertito di un contatto con un positivo?

All’attivazione l’app (a differenza di molte che usiamo quotidianamente) non ti chiede e non è in grado di ottenere il tuo nome, cognome, data di nascita, indirizzo, numero di telefono o indirizzo email. Immuni ti assegna un codice identificativo univoco, che scambia con le altre installazioni di immuni. Un codice da cui non si può risalire alla tua persona. Ma l’app può consultare sui server se per quel codice identificativo ci siano notifiche.

Immuni protegge i tuoi dati e la tua salute

Eccoti una lista di alcune delle misure con cui Immuni protegge i tuoi dati:

  • L’app non raccoglie alcun dato che consentirebbe di risalire alla tua identità. Per esempio, non ti chiede e non è in grado di ottenere il tuo nome, cognome, data di nascita, indirizzo, numero di telefono o indirizzo email.
  • L’app non raccoglie alcun dato di geolocalizzazione, inclusi i dati del GPS. I tuoi spostamenti non sono tracciati in alcun modo.
  • Il codice Bluetooth Low Energy trasmesso dall’app è generato in maniera casuale e non contiene alcuna informazione riguardo al tuo smartphone, né su di te. Inoltre, questo codice cambia svariate volte ogni ora, per tutelare ancora meglio la tua privacy.
  • I dati salvati sul tuo smartphone sono cifrati.
  • Le connessioni tra l’app e il server sono cifrate.
  • Tutti i dati, siano essi salvati sul dispositivo o sul server, saranno cancellati non appena non saranno più necessari e in ogni caso non oltre il 31 dicembre 2020.
  • È il Ministero della Salute il soggetto che raccoglie i tuoi dati. I dati verranno usati solo per contenere l’epidemia del COVID-19 o per la ricerca scientifica.
  • I dati sono salvati su server in Italia e gestiti da soggetti pubblici.

Come scaricare Immuni

immuni android

Ti sei convinto ed adesso ti chiedi dove puoi scaricare Immuni?

Ed inoltre quali dispositivi e sistemi operativi sono supportati?

Da dove puoi scaricare Immuni dipende dallo smartphone che usi. Non tutti i dispositivi sono supportati. Scegli la versione compatibile col tuo smartphone.

App Store

Puoi scaricare Immuni dall’App Store e usarla correttamente se il tuo iPhone ha iOS versione 13.5 o superiore. Aggiorna iOS all’ultima versione disponibile prima di effettuare lo scaricamento di Immuni.

I modelli di iPhone che supportano iOS 13.5 sono i seguenti: 11, 11 Pro, 11 Pro Max, Xr, Xs, Xs Max, X, SE (2nd generation), 8, 8 Plus, 7, 7 Plus, 6s, 6s Plus, SE (1st generation).

Purtroppo, non potrai usare Immuni se il tuo modello di iPhone non permette l’aggiornamento di iOS a una versione pari o superiore alla 13.5.

Google Play

Puoi scaricare Immuni da Google Play e usarla correttamente se il tuo smartphone Android verifica tutti e tre i seguenti requisiti:

  • Bluetooth Low Energy
  • Android versione 6 (Marshmallow, API 23) o superiore
  • Google Play Services versione 20.18.13 o superiore

Aggiorna Android e Google Play Services all’ultima versione disponibile prima di effettuare lo scaricamento di Immuni.

Purtroppo, non potrai usare Immuni se il tuo modello di smartphone Android non ha il Bluetooth Low Energy o non permette l’aggiornamento di Android e di Google Play Services alle versioni minime indicate.

Immuni usa la tecnologia per le notifiche di esposizione messa a disposizione da Apple e Google. Questa tecnologia determina i requisiti di sistema per scaricare e usare Immuni, e non è compatibile con versioni precedenti di iOS, Android e Google Play Services.

App Immuni e privacy ultima modifica: 2020-06-16T15:34:29+02:00 da admin-Salvatore

Aggiungi la tua opinione, lascia un commento

I dati inseriti saranno trattati esclusivamente per la pubblicazione del tuo commento. Leggi la pagina della privacy policy per sapere come proteggiamo i dati che inserisci per commentare. I commenti sono protetti da spam da Akismet. Leggi la privacy policy di Akismet per sapere come trattano i tuoi dati.