Certificato di nascita

Il certificato di nascita è il documento di identità più semplice che esista, e serve a certificare la reale esistenza di precisi dati anagrafici.

E’ un documento semplicissimo, quasi non ci si crede quando ci viene richiesto e recandoci all’anagrafe comunale ci viene rilasciata un’attestazione di poche righe.

Ho dovuto recentemente produrre il mio certificato di nascita ad un Notaio in una transazione di compravendita di un immobile.

Tra i documenti richiesti dal Notaio c’era appunto il certificato di nascita ed ho trovato molto strano che non bastasse la copia della mia carta di identità, che ritenevo molto più completa e probante.

Il certificato di nascita riporta solo i seguenti dati:

  • nome
  • cognome
  • luogo di nascita
  • data di nascita 

certificato di nascita

Se ho capito bene, mentre la carta di identità, con foto, identifica che io sono Mario Rossi, il certificato di nascita attesta che esiste veramente una persona che si chiama Mario Rossi, nato un giorno preciso in un comune italiano preciso.

Il certificato di nascita si richiede all’anagrafe comunale dove siamo stati registrati alla nascita. Il solerte impiegato comunale a cui richiederete questo atto vi chiederà a cosa vi serve. Non è curiosità, ma un’informazione necessaria per stabilire se possiate servirvi di un’autocertificazione.

Infatti si potrebbe produrre il certificato di nascita di mano propria, autocertificando che i dati sono reali, ma l’autocertificazione è accettata obbligatoriamente solo dalla Pubblica Amministrazione e gestori dei servizi pubblici.  I privati invece non sono obbligati ad accettare l’autocertificazione (che poi è soggetta a controllo, almeno a campione) e possono richiedere l’atto rilasciato dall’Ente competente.

Quindi il Notaio, ma anche la banca, l’assicurazione, la finanziaria possono oggi richiedervi un atto ufficiale in cui sono scritti i vostri dati anagrafici basilari.

Per questo semplice documento si può perdere una mattina in un’affollato ufficio anagrafe di una grande città. Per fortuna può essere richiesto anche da altri al posto nostro, muniti di delega, quindi sacrificando il tempo di un familiare, o addirittura ci si può rivolgere ad un servizio online come www.evisura.it/prodotti/certificato-estratto-di-nascita che provvede alla richiesta del certificato ed alla trasmissione via email o in originale.

Il certificato di nascita non ha una scadenza ed è valido per sempre, a meno di casi eccezionali come il cambio di nome o di cognome dell’intestatario.  Perciò una volta richiesto è frequente riprodurre in fotocopia il certificato a chi lo richiede, mentre si può conservare a casa l’originale.

Chiudo l’argomento nominando altri due documenti legati all’atto di nascita:

– L’estratto di nascita che riporta i dati del certificato di nascita ed oltre alla data anche l’ orario di nascita, i nominativi dei genitori ed a discrezione del Comune che lo rilascia anche altre annotazioni come la data di matrimonio o il nominativo del coniuge. Da notare che l’orario di nascita una volta veniva comunicato dal genitore che si recava in anagrafe a registrare la nascita del figlio (mentre oggi viene rilasciato un certificato dall’ospedale dove il bimbo nasce). Per questo motivo l’ora di nascita a volte non è corretta ed ho sentito più volte discussioni tra i genitori su questo orario.

– La copia dell’atto di nascita è una copia conforme all’originale e consiste nella riproduzione integrale di tutti i dati contenuti nell’atto di nascita, redatto sulla base della documentazione originale depositata al momento della nascita presso l’archivio comunale di competenza.

Certificato di nascita ultima modifica: 2017-04-07T19:53:42+00:00 da admin-Salvatore

Aggiungi la tua opinione, lascia un commento